Evia una delle isole greche più belle, economiche e poco turistiche

isole greche economiche

Se dovessi stilare una classifica tra le isole greche più belle e tra le isole greche economiche che conosca, al primo posto metterei Evia, nota anche come Eubea. Sapete perché voglio lasciarvi qualche consiglio su quest'isola? Perché ci ho vissuto!

Anche se il mio soggiorno si limitava a qualche mese all'anno, soprattutto nel periodo estivo con sporadiche visite in quello invernale, mi sono reso conto che è una delle isole greche più belle poco turistiche.

È un'isola in cui il turismo è prevalentemente greco. Sono soprattutto cittadini di Atene a trascorrere il fine settimana o le vacanze estive in questa bellissima isola. Questa potrebbe essere per voi un'occasione per conoscere l'autentica Grecia a dei prezzi assolutamente sorprendenti. Vi assicuro che rimarrete senza parole quando, visitando questi paesini greci, vi troverete a pagare cifre irrisorie per pasti eccezionali.

Inoltre con la vostra visita portereste un'ondata di turismo in quei piccoli centri della Grecia lontani dalle rotte più commerciali. Posso assicurarvi che rimarrete sorpresi dalla generosità di questo popolo.

Nel post di oggi voglio consigliarvi un tour che possa guidarvi a scoprire alcuni angoli nascosti dell'isola. Vi darò qualche informazione su ciò che potreste trovare in ogni piccolo centro, vi lascerò dei link alle mappe di questa isola greca e vi suggerirò una valida motivazione per andare.

Inizio presentandovi l'indice di quanto troverete in questo articolo in modo che per voi sia più semplice spostarvi e cercare le informazioni che più necessitate.
  1. 5 città dell'isola greca di Evia da visitare
  2. 5 spiagge poco turistiche e visitate da soli greci
  3. Come raggiungere e muoversi nell'isola di Evia




1. 5 città dell'isola greca di Evia da visitare

Sapete quale è la parte che adoro di questo ed altri viaggi fatti in Grecia? Spostarmi in auto su strade che ti trasmettono la sensazione di vivere un altro tempo, di dirigerti verso posti nascosti della Grecia e dell'isola Eubea. Anche per voi è arrivato il momento di mettervi in viaggio in una delle isole greche più belle ed economiche che io conosca.

Vi suggerisco cinque città, o forse sarebbe meglio dire piccoli centri, di Evia da poter visitare. Ricordate che quella che vi lascio è una mia opinione, pertanto vi consiglio di valutare e stabilire il vostro viaggio in Grecia fai da te in questa bellissima ed economica isola.
  • Chalkida
  • Eretria
  • Kimi
  • Limni
  • Edipsos



Chalkida

Chalkida Chalkis Calcide Evia Eubea

Il primo centro da visitare è sicuramente Chalkida, Calcide o Chalkis (ci sono molte variabili nei nomi dei paesi greci). È una città comoda da visitare perché si trova a pochi km da Atene (88 km) ed è proprio a Chalkida che troverete il ponte (terminato nel 1993) che collega l'isola di Evia alla terra ferma.

Come vi dicevo, passeggiando per questo centro non troverete turisti ma molti Ateniesi che vengono a Calcide per trascorrere un fine settimana, bere un po' di "tsipouro", mangiare piatti a base di pesce nei bar e ristoranti che si trovano in via "Voudouri" (la passeggiata sul piccolo porticciolo) ed approfittare della bella vista per bere un lunghissimo caffè greco e giocare a "Tavli" (non è altro che il nostro Backgammon).

Sebbene Chalkida sia il centro dell'isola Eubea con maggiori svaghi notturni e diurni (vi segnalo un locale che non dovreste perdevi e che ho frequentato spesso, si chiama Mostar) è anche una città con 3000 anni di storia. Ha avuto colonie in Sicilia e nel resto d'Italia, per poi cadere sotto la dominazione dei governanti Franchi, Veneziani, Ottomani e tedeschi.

Ma guardiamo adesso alcuni luoghi da visitare a Chalkida


La fortezza Karababa

La collina è stata fortificata in un primo periodo dai Romani, ma in seguito ha avuto influenze Veneziane e Ottomane. Il piano attuale della fortezza di Karababa (cliccando sul link si aprirà la mappa di google e potrete vedere dove si trova) fu costruito dai Turchi nel 1684 per proteggere Chalkis dai veneziani.

La fortezza è visitabile dalle 8:00 alle 15:00 ed è chiusa il lunedì
Guarda il video della fortezza di Karababa


Via Avanton (Αβάντων)

Se si visita Chalkida per la prima volta, non può mancare la passeggiata lungo via Avanton e via Voudouri punti di partenza per entrare in sintonia con l'atmosfera della città. Via Avanton  è fiancheggiata da negozi che vendono prodotti di marca, mentre Via Vouduri è l'ideale per una passeggiata, un caffè, per godere della vista del porto, delle barche e degli uccelli marini che la popolano.


Kokkino Spiti e il Vecchio Ponte

Due sono i simboli di Chalkida. Kokkino Spiti (Red House, palazzo del 1884) e il vecchio ponte (uno dei due collegamenti tra la terraferma e l'isola).

Il vecchio ponte, che si trova nello stretto di Euripo, è uno degli ultimi ponti a scorrimento del mondo. Si apre ogni sera dopo le 23:00 per consentire alle navi di passare.
Nello stretto di Euripo la corrente cambia direzione fino a 14 volte nel corso di 24 ore. Questo è il motivo per cui Chalkida è considerata la città delle "acque folli". Si dice che così come le correnti d'acqua cambiano direzione anche la gente del posto può cambiare di opinione.


Museo Archeologico di Chalkida

Il Museo Archeologico di Calcide è ospitato in un edificio neoclassico costruito all'inizio del secolo precedente. I reperti archeologici provengono da tutta l'isola Eubea e sono datati tra il periodo Paleolitico ed il III secolo dc. Il giardino del museo è dominato da una statua in marmo di grandi dimensioni di una donna e da statue romane.

Il museo si trova  in via El. Venizelou 13, Chalkida 341 00, Grecia
Il numero di telefono è +302221025131


Museo del folclore di Calcide

Il Museo del Folclore di Calcide ha sede in una delle fortificazioni medievali della città e dispone di 1.200 pezzi distribuiti in tre camere. Il più antico oggetto in mostra è risalente al 1920.

Il museo si trova in Skalkota 4, Chalkida 341 00, Grecia
Il numero di telefono è +302221021817


Moschea Emir Zade

Nella piazza Pesonton Opliton si trova la ex moschea di Emir Zade che è adesso uno spazio espositivo. Dell'intera struttura, l'unica parte ancora esistente è il minareto.

La moschea Emir Zade si trova in Margariti, Chalkida 341 00
Il numero di telefono è: Tel: +302221075655


Chiesa Aghia Paraskevi

Vicino alla moschea si trova anche la chiesa di Aghia Paraskevi, una struttura con un tetto in legno, una pala d'altare in marmo e tre santuari

La chiesa di Aghia Paraskevi di trova in Stamati ke Tzavara, Chalkida 341 00
Il numero di telefono è +302221022112



Eretria

eretria evia eubea

La città di Eretria è una delle città più antiche di Evia e per questo, oltre ad ammirare le bellezze naturali di questo paese, molti visitatori si recano per vedere monumenti e siti archeologici. Questa è la visita raccomandata di monumenti e siti archeologici.


Museo di Eretria

Costruito nel 1960, il Museo di Eretria fu ampliato nel 1961-62, e ancora una volta rinnovato e ampliato nel 1987-1991 dal Servizio Archeologico Greco, in collaborazione con la Scuola svizzera di archeologia.
Due camere presentano i reperti importanti da Eretria così come quelli da Lefkandi e Amarynthos.
Diverse sculture e iscrizioni vengono visualizzate nella galleria adiacente e nel giardino.

Il museo si trova a Eretria 340 08, Grecia (cliccare sul link per vedere la mappa) ed è aperto da martedì a domenica, dalle 8:00 alle 15:00. Chiuso il lunedì.
Il biglietto di entrata vale 2€
Il numero di telefono è +302229062206

Diversi monumenti sono aperti al pubblico negli orari di apertura del museo, in particolare il Quartiere Occidentale così come il padiglione che proteggere la Casa dei Mosaici (chiedere la chiave al museo). L'accesso al teatro non è più possibile a causa del cattivo stato di conservazione del monumento.


Il teatro antico di Eretria

Il più imponente monumento dell'antica Eretria, uno dei più antichi teatri noti, si trova nella parte occidentale della città, tra la porta occidentale, lo stadio e la palestra superiore. Come indicato dai resti architettonici della scena, alla fase di costruzione iniziale è seguita l'invasione da parte dei Persiani e la ricostruzione della città nel V secolo a.c. Il IV secolo a.c. ha segnato la caduta del sito.

Un fatto sorprendente è la costruzione della cavea (in greco: koilo, auditorium) su una collina artificiale, circondata da numerosi muri di contenimento, invece di approfittare di piste della cittadella. Al suo apice (IV secolo a.c.), il teatro subì delle trasformazioni che lo portarono ad assumere la sua forma attuale. Nel teatro potevano sedere 6.300 spettatori e ricorda nella forma il Teatro di Dioniso ad Atene. Dopo la distruzione di Eretria ad opera dei Romani nel 198 ac., fu ricostruito con materiali di qualità inferiore.

Lavori di scavo del monumento sono stati intrapresi dalla Scuola Archeologica americana, mentre Sopraintendenza alle Antichità locale si adopera molto per il suo restauro.


Il tempio di Apollo Daphnephoros

Il tempio di Apollo Daphnephoros è il più importante e noto monumento di Eretria, con sculture scintillanti e taglienti sui frontoni. Costituiva un centro religioso e luogo fondamentale di culto all'interno del nucleo della città antica, a nord dell'Agorà.

La costruzione è iniziata alla fine del VI secolo a.c. (520-490 a.c.) e il tempio forse era ancora incompiuto quando i persiani rasero al suolo la città nel 490 a.c. Dopo la distruzione della città da parte dei persiani, il tempio è stato riparato ed è rimasto in uso. Nel 198 a.c. fu distrutta di nuovo, questa volta dai romani, un fatto che lo ha avviato verso un graduale abbandono e degrado fino al primo secolo a.c. 

Alcuni importanti sculture sono state trovate e possono essere ammirate presso il museo Calcide. Una delle Amazzoni è stato recuperata nell'antichità e portata a Roma. Purtroppo, la maggior parte delle parti architettoniche di questo tempio e di altri santuari della città, sono state riutilizzate come materiale da costruzione. Solo poche parti rimangono dalla struttura originale del monumento.


Tempio di Iside

Tra i monumenti più interessanti dell'antica Eretria è Iseion, un tempio sacro alla dea Iside e altre divinità egizie. Situato a sud della città, tra le terme e la palestra, si estende alle spalle del porticciolo. Secondo le testimonianze di scavo e le iscrizioni, il tempio fu probabilmente costruito nel IV secolo a.c. ed era circondato da altri edifici e spazi ausiliari. L'iniziazione al culto di Iside e le divinità egizie si sono verificati durante il periodo ellenistico da mercanti greci che sono venuti in Grecia dall'Egitto dopo l'unificazione del mondo allora conosciuto da Alessandro Magno. 


Casa con i Mosaici

Questa splendida casa è stata costruita nel 370 a.c. ed è rimasta in uso per circa un secolo. Si distingue per i suoi piani, rivestito con eleganti mosaici di ciottoli che rappresentano scene mitologiche. L'edificio è un esemplare rappresentativo della architettura domestica classica ed ellenistica. Nel I secolo a.c. un monumento funerario fu eretto sulle rovine della casa. Il monumento è stato riportato alla luce tra il 1975 e il 1980.


La tomba di Eros

La cosiddetta "tomba di eros" si trova su una collina a nord-ovest della città di Eretria e conta tra i monumenti più significativi di Evia. Sulla base dei risultati, è datato al IV secolo a.c, il periodo in cui questi monumenti funerari caratteristici di tipo macedone fanno la loro comparsa nel sud della Grecia. Più tombe macedoni sono stati trovati nella zona intorno a Eretria, vale a dire negli insediamenti di Kotroni e Amarynthos. Il monumento è stato scavato nel 1897 ed è ben conservato fino ad oggi.



Kimi

kimi evia eubea grecia

Kymi è una bella città, nel centro di Evia che unisce la bellezza naturale delle montagne e del mare e serve come punto di partenza per escursioni verso luoghi d'interesse nelle vicinanze. Vanta uno dei più grandi porti artificiali del paese, fitta vegetazione, e belle spiagge da scoprire con una macchina a noleggio.

La particolare architettura delle case ha resistito alla prova del tempo e mantenuto molti elementi del passato, con le vecchie case ristrutturate e palazzi che impressionano i turisti con i loro balconi in ferro battuto elaborati, le mensole, le targhe con dedica e molti altri dettagli. 


Cosa vedere a Kimi:

  • Il Museo del Folklore di Kimi, che è considerato uno dei migliori del suo genere, si possono ammirare elementi di artigianato unici, principalmente capi tessuti a telaio e ricami che mostrano la grande prosperità economica di Kimi nel XIX secolo, così come una vasta gamma di costumi locali e vari utensili tradizionali. Il piano interrato ospita la sala delle candele, la lavanderia e la cantina con i tradizionali attrezzi agricoli del tempo.
    Il museo si trova in Paralias 14, Kimi 340 03, Grecia
    Il numero di telefono è +302222022011
  • Il Municipio
  • Il vecchio palazzo della famiglia Karavopoulou

Kimi è la città natale del famoso medico Georgios Papanikolaoy che ha sviluppato il Pap test per il cancro. Si può visitare la casa dove il medico è nato (1883) e cresciuto. La casa è stata conservata e riportata al suo stato originale.


Le spiagge sulla costa orientale di Kimi: 

  • Soytsini spiaggia circondata da pini meravigliosi. 
  • Kimi Beach con sabbia fine 
  • Platana Beach con piccoli ciottoli. 
  • Situati nelle vicinanze sono le spiagge di Orifice, Ai Giorgi e Moyrteris, con le loro immense spiagge di sabbia. 
  • A nord di Kymi si possono trovare i golfi Tsilaro e Thapsa con le loro piccole spiagge di ghiaia e la spiaggia di Metochi.

Le spiagge sono tutte pulite con acque cristalline, mentre alcune sono note come «kalamaromanes» a causa del calamaro che vi viene catturato. 

Nella regione circostante Kymi, si può seguire molti percorsi «verdi» con una macchina a noleggio si può visitare Vitalo e Metochito, mentre dal porto si può prendere un traghetto per la splendida isola di Skyros


Collegamenti da Kimi con le altre isole greche

  • Da Kimi all'isola Skyros –  1 ora e 40 minuti, 9 € a passeggero
  • Da Kimi all'isola di Alonisos – 2 ore e 15 minuti, 18 € a passenggero
  • Da Kimi all'isola di Skopelos –  3 ore, 20 € a passeggero



Attività a Kimi

  • Nuoto a Soutsini, Chili, Platana e nei piccoli porti fino alla spiaggia di Stomio.
  • Pesca del calamaro nel mese di agosto
  • Pesca subacquea


Numeri Utili

  • Municipio: +302222024000
  • Polizia Turistica: +302222022555
  • Forest Service: +302222022208
  • Autorità Portuale locale: +302222022606
  • Intercity Bus Service: +302222022436
  • Taxi: +302222023666 (Kymi)
  • Taxi: +302222022255 (Paralia)
  • Ospedale: +3022220233815
  • Museo del Folklore: +302222022011

Kimi si trova a circa 180 km dall'aeroporto di Atene e 85 km da Calcide passando per le città di Vasiliko, Eretria, Amaryntho e Aliveri. Si trova a 94 km de Karystos, 66 km da Styra e 87 km da Marmari.



Limni


Limni è una cittadina di pescatori impreziosita da case dai tetti rossi che contrastano con il colore azzurro del golfo dell'isola greca di Evia.

Passeggiando sul lungomare si incontrano dimore del XIX secolo, taverne e caratteristici caffè.
Il porto collega la città di Chalkida, Edipso, Agios Konstantinos e le isole di Skiathos e Skopelos.


Cosa potete vedere a Limni

  • Ad 8 km da Limni si può visitare il più antico monastero bizantino dell’Eubea. Il Moni Agiou Nikolaou Galataki (telefono +30 2227 031489) è raggiungibile solo a piedi, ma la bellezza di questo posto ripaga per lo sforzo visto che questo luogo contiene vestigia del XIII secolo e un affresco del XVI secolo che raffigura il Giudizio Universale.
  • La chiesa di Genisi Theotokou si trova all'ingresso della città e si tratta di una basilica a tre navate costruita nel 1837 con un campanile di marmo costruito nel 1879 da Mastroloukas, scultore dell'isola di Tinos.
  • La chiesa di Zoodoxos Pigi e le rovine di una basilica risalente al periodo paleocristiano e costruito su terme romane.
  • L'Archivio Storico (inclusi i documenti dal 1732) che si trova in Municipio.
  • Gli edifici della stazione di polizia e la Financial Service Public, progettate da Chiler.
  • La casa padronale della Angelis Flokos sede del Museo del Folclore e di Storia (telefono +30 2227 031335) dove sono esposti reperti archeologici locali.
  • L'eremo di Aghios Christodoulos (XII secolo) sul lato ovest del villaggio, vicino alla spiaggia.
  • Il Museo di Idrobiologia, sulla strada per il monastero di Moni Agiou Nikolau Galataki, dove si possono trovare reperti fossili provenienti dai fondali marini, conchiglie e pesci di mare greci e stranieri.


Eventi a Limni:

  • "Elymnia": eventi culturali organizzati a Limni e nei villaggi circostanti da metà luglio fino al 15 agosto.
  • Feste e caccia al tesoro durante il Carnevale
  • Fiera di "Panaghia Limnia" il 7 ed 8 settembre 


Numeri utili di Limni:

  • Comune: +302227031215
  • Stazione di polizia: +302227032111
  • Autorità Portuale locale: +302227031496
  • Centro medico: +302227032222
  • Taxi: +302227032000
  • Museo del Folclore e di Storia: +302227031335



Edipsos


I bagni a Edipsos, nella parte settentrionale dell'isola greca di Evia, hanno attratto i visitatori illustri per millenni. Imperatori come Adriano, Marco Aurelio e Costantino il Grande sono venuti in questa piccola città per essere guariti dalle sue acque. Aristotele stesso ha cercato di scoprire il segreto dei loro poteri terapeutici. Celebrità più recenti che hanno goduto di pause di relax nelle sue piscine di Edipsos, personalità come Onassis, Callas, Greta Garbo, Omar Sharif, innumerevoli politici greci, magnati, industriali, artisti. 

Dite addio allo stress! Questo è il luogo in cui scompariranno le vostre preoccupazioni quotidiane e vi sentirete ringiovaniti. Questa spa dell'isola di Evia contiene più di 80 sorgenti di varie temperature in una posizione in cui la vegetazione lussureggiante cresce fino al mare. Nei suoi diversi centri di idroterapia pubblici e privati molti hanno trovato sollievo dai disturbi cronici. È possibile scegliere bagni di acqua di mare o acqua minerale, fanghi, massaggi o semplicemente fare un bagno in mare dove le sorgenti si riversano.

Ho inserito questa destinazione come parte del tour tre le isole greche economiche, belle e poco turistiche ma vi invito a dare un'occhiata perché Edipsos risulta essere piuttosto cara.




2. 5 spiagge poco turistiche e visitate da soli greci

Oltre ai centri da visitare che vi ho indicato nel punto 1 di questo articolo ("5 città dell'isola greca di Evia da visitare") ho pensato di inserire altre zone dell'isola Eubea che potrebbero interessarvi solo per le loro spiagge. Alcune offrono distese meravigliose di sabbia, altre sono occasione di incontro e divertimento. La cosa interessante è che oltre ad essere molto economiche rispetto alle isole greche più conosciute, sono frequentate da greci e questo vi permette di entrare in contatto con lo spirito autentico della nazione.
Le 5 spiagge che vi vado a consigliare sono:
  • Artaki
  • Heliadou
  • Agia Anna
  • Rovies
  • Agios Georgis



Artaki


Questa è una delle spiagge dell'isola che ho frequentato perché si trovava a due passi da casa mia. Il centro di Nea Artaki non ha niente di bello ma le spiagge di Artaki oltre al mare offrono molto divertimento. Alcuni locali che potrebbero interessarvi:



Heliadou


Hiliadou è una meravigliosa spiaggia di ciottoli quasi ad un'ora e 15 minuti da Calcide. Si trova nell'isola di Evia e durante i fine settimana estivi è molto frequentata da residenti e turisti. Gli amanti del campeggio hanno trovato in questa località il loro paradiso. Inoltre, se nuotare vi fa venire fame, in questa spiaggia si possono trovare molte taverne tradizionali.



Agia Anna


Un'altra spiaggia straordinaria è quella di Agia Anna. Si trova nella parte settentrionale dell'isola di Evia, ad 1,45 ore di distanza in auto da Calcide. Agia Anna è una spiaggia piuttosto ampia e ricoperta di sabbia. Le sue acque blu attirano centinaia di turisti durante l'estate. Ci sono molti negozi di souvenir e taverne. Inoltre, il campeggio situato vicino alla spiaggia e nel mezzo di una pineta, è molto popolare tra i giovani in quanto offre vacanze a buon mercato.



Rovies


Rovies è la scelta ideale per chiunque sia interessato alla tranquillità. Si trova a quasi 2 ore di distanza dal Calcide, sulla strada per Edipsos.

Al vostro arrivo a Rovies è possibile che non riusciate a trovare la spiaggia per questo vi conviene chiedere alle persone del posto. Rovies non è una località molto famosa e per questo è una delle spiagge più indicate per il relax. Acqua cristallina, caffè sulla spiaggia e solo tre ombrelloni disponibili tra cui scegliere.



Agiocampos

evia isola greca più bella

Agiocampos ha acque cristalline e diversi tipi di pesce e crostacei. Ha molte taverne, ristoranti e alberghi. Date un'occhiata alla spiaggia Agiocampos Bay per vedere nella mappa di google dove si trova e poi Guardate il video!

Agiocampos è un'isola greca poco turistica però chi l'ha visitata si sarà reso conto che è una delle migliori spiagge di Evia. Per quanto riguarda la vita notturna, l'estate troverete fermento nel centro di Agiocampos con molte persone nei bar e nei locali notturni.

Come potete raggiungere Agiokampos? In 2 ore di auto da Calcide o in traghetto dal porto di Glyfa e Arkitsa.




3. Come raggiungere e muoversi nell'isola di Evia

  • Treno
  • Bus
  • Auto



Treno


La stazione ferroviaria di Atene si trova in via Filadelfias 23, e le compagnia che offre il servizio è la Trainose. Cliccando sul primo link potrete vedere dove è posizionata la stazione sulla mappa di google mentre cliccando sul secondo verrete inviati alla versione inglese della pagina web della stazione ferroviaria dove potrete consultare gli orari e comperare il biglietto del treno da Atene a Chalkida. Vedrete che ci sono treni che partono per l'isola Eubea ogni 2 ore ad un costo per biglietto pari a 6,5€.

Una volta che avrete raggiunto Chalkida dovrete noleggiare un auto o muovervi con i bus perché l'isola non è collegata da una rete ferroviaria



Bus 


Un altro modo per raggiungere Chalkida è utilizzando il bus che può essere utilizzato per muoversi anche all'interno dell'isola. La compagnia di linea la potete trovare in questa pagina web  http://www.ktelevias.gr/ il problema è che non è presente la versione in inglese. Quindi cliccando sul seguente link orari dei pulman troverete una pagina dove sono stati inseriti in inglese tutti gli orari per raggiungere Evia e muoversi nell'isola visitando i differenti centri. 

Cliccando sul seguente link stazione autobus Chalkis vedrete una mappa di google che vi indicherà dove si trova la fermata bus. Anche se esteticamente non è delle fermate bus più belle, ha un grande vantaggio ovvero la possibilità di parcheggiare l'auto nel caso voleste concedervi una piccola giornata in bus.



Auto

auto economiche grecia

Vi ho segnalato la possibilità di noleggiare l'auto come ultima opzione ma visto i collegamenti dei mezzi pubblici in Grecia e soprattutto nelle isole greche, io valuterei la possibilità di affittare l'auto come opzione principale. Questo spiega perché in Grecia il traffico abbia dell'incredibile!

Ho provato diverse formule per noleggiare un auto ma quella che vi consiglio è Rentalcar. È una pagina web dove potete inserire la città in cui ritirerete l'auto e la pagina mette a confronto tutte le compagnie che offrono questo servizio, comparando i migliori prezzi. Posso assicurarvi che è incredibile le offerte che si possono trovare, pensate che grazie a Rentalcar sono riuscito ad affittare un auto per 7 giorni a 32€!

Per questo mi sento di consigliarvi Rentalcars. Date un'occhiata ai prezzi che vi offre e poi mi direte




Conclusioni sul viaggio ad Evia una delle isole greche economiche, belle e poco turistiche

In questo articolo vi ho parlato di:
  1. 5 città dell'isola greca di Evia da visitare
  2. 5 spiagge poco turistiche e visitate da soli greci
  3. Come raggiungere e muoversi nell'isola di Evia
Posso garantirvi che Evia è una delle isole greche economiche e più belle che abbia mai visto. Inoltre il fatto che non sia molto pubblicizzata la rende un'isola poco turistica e questo vi permetterà di conoscere la Grecia autentica. 

Spero che questo articolo vi sia piaciuto, che vi risulti utile e che possiate consigliarlo a qualche amico. Per ogni informazione potete scrivermi lasciando un commento sul blog.
Adesso non mi resta che augurarvi buon viaggio!


Lascia la tua e-mail per ricevere la mia newsletter

Nessun commento:

Posta un commento